Come scegliere la Piastra per Capelli

In voga ormai da molto tempo, le piastre per capelli si sono evolute moltissimo negli ultimi anni e hanno sviluppato tecnologie e materiali sempre più nuovi in grado di offrire prestazioni professionali che non hanno nulla da invidiare ai migliori saloni di parrucchieri. In commercio si trovano infatti tantissimi modelli diversi, non solo per lisciare i capelli alla perfezione, ma anche per modellarli creando ricci, boccoli ben definiti e styling sempre diversi in modo semplice e veloce. In questo ampio panorama di offerte, che spesso sembrano tutte uguali, non è sempre facile orientarsi per trovare la piastra per capelli più adatta a noi a al nostro tipo di capello, abbiamo quindi pensato di riassumere in questa guida tutti i punti salienti che caratterizzano i diversi modelli di pastre in modo da aiutarvi a scegliere nel migliore dei modi.


A Cosa e a Chi Serve la Piastra per Capelli

piastra antica
piastra antica

A discapito di quello che si può pensare, le piastre per capelli nascono in tempi antichi e, pur non funzionando a corrente, servivano esattamente per lo stesso scopo: lisciare, acconciare e modellare i capelli. Per lo più in metallo con manico in legno le antiche piastre per capelli venivano scaldate sul fuoco e poi usate per creare le acconciature con elevati rischi di bruciature.

I ferri arricciacapelli sono probabilmente i più antichi e sono noti fin dall’antico egitto dove venivano usati per formare piccoli ricci, mentre le piastre liscianti compaiono solo ad inizio ‘900 per poi diffondersi rapidamente negli anni ’60 quando la moda dei capelli lisci si fa più forte.

Le moderne piastre per capelli sono elettriche e sono costruite in modo da non rovinare i capelli, ma lo scopo resta sempre lo stesso ovvero quello di permetterci di cambiare acconciatura trasformando i capelli ricci in lisci e di modellarli per creare acconciature e styling diversi.

Braun Sensocare ST780
Braun Sensocare ST780

Lo scopo principale della piastra è quello di lisciare o stirare i capelli e, pertanto è uno strumento particolarmente utilizzato da chi ha i capelli mossi, ricci o crespi. Nonostante ciò, anche molte donne con i capelli lisci ricorrono all’uso della piastra poichè permette di eliminare il fastidioso effetto crespo che si crea con l’umidità o quando piove. I capelli lisciati con la piastra restano estremamente lisci e durano più a lungo rispetto all’asciugatura solo con il phon.

Il calore diretto della piastra però può a lungo andare rovinare e sfibrare i capelli, specie se fini o particolarmente delicati. Esistono tuttavia piastre più adatte a questo tipo di capelli che utilizzano temperature più basse riducendo i possibili rischi, tenete comunque conto che anche in questo caso è consigliabile utilizzare la piastra in modo oculato evitanto di tenerla troppo a contatto con i capelli e di non passarla per più di due volte sulla stessa ciocca.

Come è Fatta una Piastra per Capelli

A prescindere dalla marca e dal modello, le piastre per capelli esteticamente sono a grosso modo tutte molto simili tra loro e sono costituite da una scocca esterna in plastica e da 2 superfici riscaldanti che possono essere rivestite in diversi materiali (perlopiù ceramica). Esteticamente le piastre per capelli assomigliano ad una grossa pinza dove un lato, quello del manico,  è chiuso da un perno che permette di aprire e chiudere la piastra, mentre sul quello opposto sono posizionate le due piastre riscaldanti.

Ovviamente le piastre ed il manico sono le parti più importanti del lisciacapelli ed è bene valutarne attentamente sia le dimensioni che i materiali che le compongono in modo da scegliere quella più adatta alle nostre esigenze.

Imetec Bellissima B9 300
Imetec Bellissima B9 300

Piastre riscaldanti

La superficie delle piastre è la parte più importante del lisciacapelli ed è fondamentale per la buona riuscita dello styling. Prima di procedere con l’acquisto di una piastra per capelli è quindi  importante aver ben presente sia le dimensioni che i materiali di cui è composta, di cui parleremo nello specifico nel capitolo successivo..

Per quanto riguarda le dimensioni è importante valutarne soprattutto la larghezza a seconda della lunghezza dei vostri capelli. Una piastra troppo larga ad esempio non è adatta per i capelli corti o per le piccole ciocche, mentre una troppo sottile poco si presta per lisciare capelli molto lunghi e voluminosi. La maggior parte delle piastre in commercio ha una larghezza che va dai 25 ai 30 mm, mentre la lunghezza è solitamente compresa tra i 90 e i 110 mm a differenza dei vecchi modelli che erano più larghi e stretti.

Le piastre moderne, lunghe e strette, sono migliori e più versatili infatti, da un lato si prestano maggiormente per essere usate sui capelli corti, mentre dall’altro la lunghezza maggiore permette di trattare una porzione maggiore di capelli e di usare la piastra anche per modellarli creando ricci e boccoli cosa che con i vecchi modelli non era possibile.

Larghezza PiastreTipo di capelli
< 25 mmcapelli corti
25 - 30 mmcapelli medi e lunghi
> 30 mmcapelli lunghi

piastre per capelli
piastre per capelli

Manico e scocca della piastra

La struttura delle piastre per capelli è solitamente in plastica dura nera o colorata. Questa parte non ha non ha in realtà un grande peso nella scelta finale della piastra per capelli poichè sono tutte molto simili tra loro, ma è comunque bene valutarne peso e dimensioni prima di procedere all’acquisto. Il peso, in particolar modo, è un elemento importante: una piastra troppo pesante infatti sarà dificile da maneggiare soprattutto se si hanno capelli lunghi o molto voluminosi. Secondo la nostra opinione è bene orientarsi su un modello di piastra leggero e maneggevole che, oltre ad essere meno faticoso da usare, sarà anche l’ideale per essere portato in viaggio.

le piastre  liscianti sono di solito abbastanza leggere, mentre le piastre a onde sono più pesanti e più grandi così come quelle a vapore che possono avere l’ulteriore ingombro del serbatoio esterno per l’acqua.

Imetec Bellissima B9 400
Imetec Bellissima B9 400

Impostazione della Temperatura

La temperatura è probabilmente l’elemento più importante da tener presente quando ci si appresta ad acquistare una piastra per capelli. Le piastre infatti non sono tutte uguali e possono avere una temperatura diversa, fissa o regolabile in diversi livelli, a seconda del modello in modo da adattarsi alle esigenze dei diversi tipi di capelli ( fini, delicati, rovinati, colorati, spessi, ricci crespi, etc…). La temperatura è fondamentale per ottenere buoni risultati con la piastra e deve essere sempre valutata in base al proprio tipo di capello, una temperatura troppo elevata infatti potrebbe danneggiare i capelli più fini e delicati, mentre una troppo bassa potrebbe non essere sufficiente per lisciare nel migliore dei modi i capelli più spessi e crespi.

Ormai da diversi anni, la maggior parte delle piastre per capelli offrono la possibilità di regolare la temperatura che solitamente va dai 120 ai 230 C. Questi modelli sono da preferire a quelli a temperatura fissa perchè sono più versatili e si adattano meglio alle esigenze di ognuno, soprattutto se si hanno capelli sottili e delicati. Le piastre a temperatura fissa utilizzano solitamente temperature intorno ai 200C che potrebbero essere eccessivi per i capelli più fragili.

La regolazione della temperatura può essere elettronica o digitale. I modelli base sono solitamente dotati di una rotellina numerata per selezionare la temperatura, mentre quelli di fascia superiore hanno un display ( LED o LCD) che visualizza la temperatura desiderata che può essere aumentata o diminuita tramite 2 appositi pulsanti sul lato del manico della piastra. Alcuni marchi offrono inoltre la funzione di blocco della temperatura per evitare che venga modificata ruotando o premendo accidentalmente i pulsanti di selezione.

Per quanto riguarda i tempi di riscaldamento, tutte le moderne piastre per capelli si scaldano molto velocemente ed impiegano dai 15 ai 60 secondi per arrivare in temperatura. Alcuni modelli hanno inoltre anche la funzione turbo boost per l’utilizzo alla massima temperatura.

cavo piastra capelli
cavo piastra capelli

Cavo e Voltaggio

Meno influenti sulla scelta, ma comunque elementi da valutare sono il cavo e il voltaggio utilizzati dalla piastra per capelli. Per quanto riguarda il primo, controllate che sia specificato nelle caratteristiche tecniche che il cavo elettrico della piastra sia girevole in modo da evitare grovigli durante l’utilizzo. Per il voltaggio invece, come tutti gli elettrodomestici, anche le piastre per capelli utilizzano solitamente una tensione di 220 V che è quella presente nelle nostre case e in diversi paesi europei. Diversi modelli però sono provvisti di un voltaggio universale di 110-240 V e possono essere particolarmente utili per chi viaggia molto all’estero e in paesi extra europei dove sono utilizzati voltaggi diversi. In questo modo eviterete di dover acquistare separatamente un trasformatore di corrente.

La Piastra più Adatta ai Diversi Tipi di Capelli

I capelli non sono tutti uguali e per poter essere stirati e modellati nel modo migliore senza rovinarli è importante scegliere la piastra per capelli più adatta a seconda della fragilità e della tipologia dei nostri capelli. Le piastre per capelli utilizzano infatti diverse tecnologie che possono fare o meno al caso nostro. analizziamole nel dettaglio per capire a cos servono e per quale tipo di capelli sono più indicate.

Remington S6500 Sleek & Curl
Remington S6500 Sleek & Curl

Materiali

Il materiale che riveste le piastre riscaldanti, come abbiamo visto, è fondamentale. Le piastre per capelli di ultima generazione utilizzano quasi sempre un rivestimento in ceramica che può essere combinata o infusa con altri materiali per migliorarne le proprietà come ad esempi la tormalina o microparticelle anti crespo. Altre piastre sono invece in metallo anodizzato e antistatico.

Il pregio della ceramica è duplice: da un lato protegge i capelli dal calore, mentre dall’altro permette di scorrere perfettamente sui capelli senza strapparli. La ceramica è infatti un materiale molto liscio e permette così di lisciare i capelli scorrendo agilmente su tutta la lunghezza senza spezzarli o tirarli ed eliminando, grazie a delle speciali formulazioni, anche l’elettricità statica che dà quello spiacevole effetto svolazzante ai capelli. la ceramica inoltre distribuisce in modo uniforme il calore e in questo modo agisce in modo più delicato sui capelli rispetto ai rivestimenti in metallo.

Tecnologia

I diversi marchi di piastre per capelli hanno sviluppato nel tempo diverse tecnologie che aiutano a stirare i capelli in modo ottimale, ma delicato eliminando in modo duraturo l’effetto crespo. Queste piastre sono particolarmente adatte non solo per chi ha i capelli molto ricci e crespi e vuole lisciarli facilmente e in modo duraturo, ma anche per chi ha i capelli lisci e vuole evitare che si increspino a causa dell’umidità nell’aria o delle condizioni meteo.

Tra le tecnologie più diffuse troviamo le piastre con gli ioni, quelle a vapore e quelle che possono essere utilizzate sui capelli umidi o bagnati.

  • Braun Satin Hair 7 ST710
    Braun Satin Hair 7 ST710

    Piastre per capelli agli ioni: queste piastre per capelli durante la lisciatura diffondono, grazie a micro fori, degli ioni negativi che eliminano l’effetto crespo, eventuali arricciamenti indesiderati e la fastidiosa elettricità statica. La tecnologia ionica permette così di lasciare i capelli non solo perfettamente perfettamente lisci, ma anche morbidi e lucenti.

 

  • L'Oreal Steam Pod
    L’Oreal Steam Pod

    Piastre a vapore: la stiratura al vapore è particolarmente delicata, ma allo stesso tempo estremamente durature e resistente all’umidità esterna, le piastre a vapore sono quindi consigliate soprattutto per chi ha capelli molti delicati che si arricciano facilmente o per chi è alla ricerca di un effetto liscio che resti a lungo anche in caso di piaoggia. I capelli assorbono il vapore rilasciato dalla piastra con una pressione costante e si mantengono idratati, mentre le piastre riscaldate li asciugano lasciandoli lisci, ma morbidi e lucenti allo stesso tempo.

  • Remington S7200 Wet2Straight
    Remington S7200 Wet2Straight

    Piastre per capelli bagnati: solitamente le piastre per capelli devono essere utilizzate solo sui capelli perfettamente asciutti, ma alcuni modelli sono dotati di un’apposita funzione che permette di utilizzare la piastra anche sui capelli bagnati e tamponati. In questo modo la piastra agisce come una piastra a vapore e i capelli restano idratati, lisci e brillanti.  Inoltre questa funzione velocizza i tempi di asciugatura e stiratura poichè permette di eliminare l’uso del phon. Queste piastre sono particolarmente indicate per chi cerca un modello facile e veloce da usare, ma delicato ed efficace al tempo stesso.

Remington S6500 Sleek & Curl
Remington S6500 Sleek & Curl

Temperatura

Ultimo, ma non meno importante nella scelta della piastra più adatta alle nostre esigenze  è il fattore temperatura. Come abbiamo visti nel capitolo precedente le piastre per capelli possono avere temperature diverse e pertanto possono essere più o meno adatte a seconda del tipo di capelli. Le teperature più basse dai 120 ai 150 C sono più indicate per lisciare i capelli fini, delicati o rovinati, mentrequelle più elevate dai 200 ai 235 sono migliori per stirare i capelli più spessi, ricci, crespi o difficili da trattare che con temperature più basse non verrebbero lisciati alla perfezione.

TemperatureTipi di Capelli
120º - 160º CCapelli sottili, sensibili, decolorati
160º - 200º CCapelli normali, sani, colorati o ondulati
200º - 235º CCpelli spessi, ricci o molto crespi

Tipologie di Piastra per Capelli

Le piastre per capelli servono principalmente per stirare i capelli in modo da ottenere un effetto liscio perfetto e duraturo. esistono però diverse tipologie di piastre che permettono di ottenere anche altri effetti come ad esempio le piastre ad onde che creano capelli mossi con onde effetto “Beach Waves” o piastre che oltre a lisciare i capelli permettono anche di ottenere facilmente ricci e boccoli.

Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio le diverse tipologie di piastre per capelli e per chi sono più indicate:

piastra capelli
piastra capelli

Piastre liscianti

Sono quelle classiche con piastre riscaldanti piatte che servono solamente per lisciare e stirare i capelli. I più esperti potranno anche cimentarsi nel creare ricci e boccoli, ma con questo tipo di piastre non è semplice. se volete comunque utilizzarla i questo modo vi consigliamo di cercare qualche tutorial su Youtube che vi spiegherà passo passo come fare. Questo tipo di piastre per capelli sono quindi indicate soprattutto per chi ha i capelli ricci o mossi e vuole utilizzare la piastra solo per lisciarli o, al massimo, per modellarli girando le punte verso il basso o verso l’alto.

piastra multifunzione
piastra multifunzione

Piastre multifunzione

Questo tipo di piastra è il più versatile e sia adatta facilmente a creare diverse acconciature permettendo non solo di lisciare i capelli, ma anche di modellarli creando ricci e boccoli ben definiti proprio come con un ferro arricciacapelli. La particolarità di questo tipo di piastre per capelli è la forma arrotondata sia della scocca esterna che delle piastre riscaldanti. Solitamente abbastanza sottili, le piastre multifunzione effetto liscio e mosso sono molto maneggevoli e grazie alla forma arrotondata permettono di creare in poche mosse boccoli e ricci in modo più semplice rispetto ai ferri arricciacapelli. Alcuni modelli hanno anche la superfice esterna riscaldata e funzionano come veri e propri arricciacapelli. Per saperne di più e per scoprire come utilizzarle al meglio date un’occhiata alla nostra guida su come fare i capelli mossi.

L'Oreal Steam Pod
L’Oreal Steam Pod

Piastre a Vapore

Le piastre a vapore servono sia per lisciare che per modellare i capelli e si ispirano a quelle usate dai parrucchieri. Estremamente delicate sui capelli, queste piastre regalano ottimi risultati duraturi e resistenti all’umidità atmosferica. Queste piastre per capelli hanno un serbatoio interno, oppure, come quelle professionali hanno un serbatoio esterno che si colleca con un cavo alla piastra. L‘ingombro in entrambi i casi è superiore a quello di una normale piastra per capelli e anche l’utilizzo potrebbe richiedere qalche accortezza in più, ma i risultati sono davvero ottimi. Le piastre a vapore emettono durante l’uso del vapore a pressione stabile che viene rilasciato da dei microfori situati davanti alle piastre riscaldanti. I capelli assorbono il vapore e restano idtratati mentre le piastre calde li asciugano lasciandoli perfettamente lisci.  Questo tipo di stiratura è molto delicata e permette di mantenere la piega molto a lungo, questi modelli sono quindi consigliati a chi a capelli delicati, o a chi ha capelli molto crespi e difficili da tenere in piega.

BaByliss BAB2269TTE Pro Tourmaline Pulse
BaByliss BAB2269TTE Pro Tourmaline Pulse

Piastre a Onde

La piastra ad onde è un tipo particolare di piastra per capelli che permette di ottenere un effetto specifico: e cioè onde morbide e naturali. Questo tipo di onda viene chiamato anche Beach Waves perchè riproduce il movimento che hanno i capelli quando si va al mare a causa del sale e della salsedine ed assomiglia a quello ottenuto quando si slegano le trecce. Le piastre ad onde sono costituite da tre ferri rotondi che si incastrano tra loro creando il classico effetto mosso. Non si tratta però di un frisè, ma piuttosto di onde naturali che possono essere più fitte, morbide o disordinate a seconda di cone si usa la piastra. Per saperne di più vi invitiamo a consultare la guida specifica all’utilizzo della piastra ad onda.

soldiRapporto Qualità Prezzo

Andiamo infine ad analizzare le diverse fasce di prezzo delle piastre per capelli e il loro rapporto con la qualità offerta in base sia ai materiali utilizzati che alle tecnologie di cui si avvalgono.

Cominciamo subito con il dire che il range di prezzo è molto ampio e per una normale piastra lisciante si va da un minimo di 20 euro fino ad arrivare anche a 150 o 200 euro per i modelli professionali.  Anche tra i modelli più economici ci sono comunque ottime piastre per capelli che offrono una qualità eccellente a prezzi davvero contenuti.

La piastre a onde, quelle arricciacapelli e qelle a vapore sono solitamente più costese, ma anche in questo caso il prezzo varia molto a seconda del marchio e la qualità può essere buona anche nei modelli più economici.