Tipologie di Piastre Per capelli

piastre per capelli
piastre per capelli

Le piastre per capelli nascono con lo specifico obbiettivo di lisciare i capelli lasciandoli perfettamente lisci e privi di effetto crespo. Tuttavia negli anni le piastre si sono evolute e ora in commercio sono disponibili tanti modelli diversi che si differenziano non solo per la tecnologia utilizzata, ma anche per la possibilità di modellare i capelli creando onde, ricci e boccoli proprio come i ferri arricciacapelli.

Che siano lisce, a onde o per i ricci, tutte le piastre per capelli si basano sullo stesso principio: riscaldare i capelli in modo da poterli modellare come desiderato. A questo concetto base si sono sommate poi tecnologie diverse che permettono di trattare i capelli in modo più delicato proteggendoli ed eliminando l’effetto crespo e l’elettricità statica.


Accanto alle tradizionali piastre per capelli riscaldate troviamo in particolare due tecnologie molto diffuse che costituicono una categoria a sè: le piastre per capelli a ioni e quelle a vapore.

Piastre per Capelli con Tecnologia a Ioni

Braun Satin Hair 7 ST710
Braun Satin Hair 7 ST710

La tecnologia a ioni è ormai utilizzata da diversi anni in questo campo e viene impiegata sia nelle piastre che nei phon asciugacapelli. Le micro particelle di ioni negativi rilasciate aiutano a mantenere i capelli morbidi, lisci e lucenti poichè li mantengono idratati e riducono l’elettricità statica. Le piastre per capelli che utilizzano la tecnologia a ioni hanno una serie di microfori che emetono gli ioni durante la fase di lisciatura.

Gli ioni negativi scompongono le particelle di acqua presenti nei capelli in tante microscopiche goccioline che in parte evaporano a contatto con il calore delle piastre, ed in parte vengono assorbite dai capelli che restano idratati. In questo modo la stiratura è più rapida e meno dannosa [per i capelli che i capelli mentre vengono lisciati si reidratano al tempo stesso. La tecnologia a ioni inoltre questo riduce il tanto odiato effetto elettrico causato dall’elettricità statica e lascia i capelli perfettamente lisci, ma anche morbidi e luminosi.

La tecnologia a ioni è ormai presente in moltissimi modelli di piastre per capelli sia economici che di fascia superiore e, secondo la nostra opinione, è bene verificare sempre la presenza di questa tecnologia che migliora lo styling dei capelli, ma che aiuta anche a proteggerli dai danni provocati dal calore poichè li mantiene più idratati rispetto ad una piastra normale.

Piastre per Capelli a Vapore

L'Oreal Steam Pod_2
L’Oreal Steam Pod_2

La piastre a vapore permettono di lisciare in modo perfetto e duraturo i capelli riducendo al minimo il rischio di danneggiarli a causa del calore. Il vapore rilasciato dalla piastra svolge un’azione idratante e protettiva che lascia i capelli non solo perfettamente lisci, ma anche morbidi al tatto ed estremamente luminosi.

I capelli che naturalmente contengono acqua assorbono il vapore, rilasciato a pressione costante dai piccoli fori posti davanti alle piastre riscaldanti, e vengono idratati a fondo. Dopo aver assorbito il vapore i capelli verranno asciugati dal passaggio delle piastre piastre riscaldate che li lisceranno alla perfezione. In questo modo i capelli, non solo non si rovinano, ma resisteranno anche all’umidità esterna mantenendo la piega molto più a lungo senza alcun effetto crespo. Per ottenere risultati migliori è bene passare la piastra sulle singole ciocche molto lentamente in modo che i capelli abbiano il tempo di assimilare il calore e di venir poi stirati dalla superficie di ceramica o metallo delle piastre.

BaByliss ST395E iPro 230 Steam_6
BaByliss ST395E iPro 230 Steam_6

Questa tecnologia a vapore è la stessa utilizzata nei saloni dei parrucchieri, l’unica differenza è costituita dal serbatoio per l’acqua che, in questo caso, è più piccolo rispetto a quello dei modelli professionali. Le piastre a vapore possono avere il serbatoio sia interno che esterno, nel primo caso la quantità d’acqua sarà inferiore, ma non avrete l’ingombro del cavo che, nel secondo caso, collega il serbatoio esterno alla piastra permettendole di erogare il vapore. Le piastre con serbatoio esterno sono, secondo la nostra opinione, migliori e più performanti. in particolare sono maggiormente consigliate a chi ha capelli lunghi o molto voluminosi che necessitano quindi una maggior quantità di vapore.

Delicata e dall’effetto duraturo la piastra a vapore è quindi l’ideale sia per chi ha capelli molti delicati e che si arricciano facilmente, sia per chi ha capelli molto ricci e crespi ed è alla ricerca di un effetto liscio che resista a lungo anche in caso di pioggia.

Oltre a lisciare i capelli, le piastre a vapore possono essere anche tranquillamente usate per modellare ed arricciare i capelli. Ricci e boccolo, come per l’effetto liscio, sono ben definiti e duraturi, ma a causa delle dimensioni della piastra non sono facilissimi da fare e richiederanno un po’ di maualità e qualche prova. Per saperne di più consultate la nostra guida su come fare i capelli ricci e i boccoli con la piastre o cercate uno dei tanti toutorial disponibili su Youtube.


 

Per quanto riguarda invece lo styling possiamo separare le piastre per capelli in 5 diverse categorie: Piastre liscianti tradizionali, piastre multifunzione per lisciare e modellare i capelli, piastre a onde, piastre per i ricci e piastre per il frise.

 

Piastre Liscianti Tradizionali

piastre per capelli
piastre per capelli

Le piastre per capelli tradizionali hanno come funzione principale quella di lisciare i capelli donando uno styling liscio, duraturo e senza effetto crespo.  Questo tipo di piastra è anche la più diffusa ed è caratterizzata da piastre riscaldanti piatte e lisce che possono avere dimesioni diverse soprattutto per quanto riguarda la larghezza.

Mentre per i capelli medi e lunghi possono andare bene tutte le dimensioni di piastre, per quelli corti è meglio, secondo la nostra opinione, optare per un modello più sottile, sotto i 25 mm, in modo da riuscire a chiuderli bene tra le piastre e a modellarli senza problemi. Le piastre sottili sono l’ideale anche per le piccole ciocche di capelli e per lisciare la frangia.  Per capelli lunghi o molto voluminosi consigliamo invece di scegliere un modello più largo e soprattutto più lungo, in modo da poter stirare perzioni di capelli maggiori velocizzando l’operazione.

Larghezza PiastreTipo di capelli
< 25 mmcapelli corti
25 - 30 mmcapelli medi e lunghi
> 30 mmcapelli lunghi

Nonostante non siano studiate per fare ricci e boccoli, le piastre tradizionali possono essere utilizzate anche per modellare i capelli e per creare un effetto mosso con ricci morbidi e boccoli. Sarà però necessaria un po’ di pratica per ottenere risultati ottimali. Per saperne di più date un’occhiata alla nostra guida per creare capelli mossi con la piastra, on line sono inoltre disponibili tantissimi toutorial diversi che vi insegneranno passo passo a creare ricci perfetti anche con questo tipo di piastra per capelli.

 

Piastre Multifunzione per Capelli Lisci/Mossi

Braun Sensocare ST780
Braun Sensocare ST780

Accanto alle piastre tradizionli stanno prendendo sempre più piede le piastre per capelli multifunzione che permettono non solo di lisciare i capelli, ma anche di modellarli in modo facile e veloce creando ricci e boccoli.

Decisamente versatile, questo tipo di piastra è caratterizzato da una forma arrotondata sia della parte esterna in plastica che delle piastre riscaldanti in ceramica che sono arrotondate e smussate sui bordi in modo da dare ai capelli un movimento circolare. Le piastre per capelli multifunzione sia adattano quindi facilmente a creare tante acconciature diverse poichè permettono non solo di lisciare i capelli, ma anche di modellarli creando ricci e boccoli ben definiti proprio come con un ferro arricciacapelli.

A differenza dei ferri arricciacapelli però, queste piastre sono più maneggevoli e sicure perchè la parte esterna non è riscaldata anche se alcuni modelli sono dotati sia di piastre interne che esterne e possono essere usati come veri e propri arricciacapelli bloccando le piastre in posizione chiusa.

piastra capelli mossi
piastra capelli mossi

Alcuni consentono persino di scegliere se riscaldare le piastre interne o quelle esterne a seconda del tipo di acconciatura che si desidera fare. Solitamente abbastanza sottili, le piastre multifunzione effetto liscio e mosso sono davvero pratiche e facili da usare e permettono di creare tante acconciature diverse in poche mosse.

Per ottenere dei bei boccoli con la vostra piastra multifunzione dopo aver impostato la temperatura adatta al vistro tipo di capelli, dividete i capelli in ciocche di circa 3 cm e posizionate la piastra vicino all’attaccatura. Girate i lisciacapelli di 180, avanti o indietro a seonda della direzione che volete dare al riccio ( solitamente indietro) e fate scorrere dolcemente la piastra lungo tutta la lunghezza continuando a girarla. Una volta arrivati alle punte aprite la piastra, modellate il ricciolo e fatelo raffreddare prima di fissarlo con la lacca.

Nel caso abbiate una piastra riscaldata anche all’esterno un metodo ancora più semplice per creare ricci e boccoli è quello di avvolgere le ciocche direttamente intorno alla superfice della piastra e tenere in posizione qualche secondo. Rilasciate lentamente il riccio e fissatelo con la lacca.

 

Piastre a Onde

Remington S6280 Ondulata
Remington S6280 Ondulata

La piastra a onde, o triferro, è una piastra per capelli che serve per creare onde morbide e larghe ed è costituita da tre ferri rotondi che chiudendosi imprimono una forma ad onda ai capelli. Divenute note soprattutto negli ultimi anni, le piastre a onda permettono di ricreare il famoso effetto beach Waves, letteralmente ”Onde da Spiaggia”, e cioè quel particolare tipo di capelli mossi che si crea quando si va al mare a causa dell’acqua salata e della salsedine che si trova nell’aria nelle localita marinare.

Bello, naturale e un po’ selvaggio, questo tipo di acconciatura ricorda l’effetto ottenuto quando si slegano le trecce ed è molto difficile da ottenere quando non si è in vacanza. Per replicarlo si deve quindi ricorrere alle piastre per capelli ad onda.

Usare la piastra a onde è molto semplice, ma tenete presente che essendo più ingombranti queste piastre pesano anche di più. Il problema è trascurabile se si hanno capelli fini e di media lunghezza, ma con capelli molto lunghi e voluminosi l’uso di questa piastra potrebbe essere stancante per il braccio che la tiene in mano. Niente di drammatico comunque, ci vorrà solo un po’ di pazienza e qualche pausa in più!

BaByliss BAB2269TTE Pro Tourmaline Pulse_5BaByliss BAB2269TTE Pro Tourmaline Pulse_5
BaByliss BAB2269TTE Pro Tourmaline Pulse_5

La piastra per capelli ad onde crea appunto delle onde morbide e, solitamente i ferri cilindrici che la compongono hanno un diametro di circa 3 cm. Per ottenere onde più piccole cercate un modello con un diametro inferiore o valutate l’acquisto di una piastra per frisè largo. Con questa piastra potrete ottenere onde fitte e regolari oppure più morbide e “ribelli” a seconda di come utilizzate la piastra. Vediamo ora nel dettaglio come ottenere questi due effetti, rimandando all’apposita guida su “Come fare i capelli mossi” per ulteriori approfondimenti:

  • Onde fitte e regolari: dividete i capelli in piccole ciocche  e, iniziando dalle radici, posizionate una ciocca per volta nella piastra a onde e tenetela in posizione per alcuni secondi. Procedete spostando il ferro su tutta la lunghezza fino per ottenere un’onda continua. Ripetete l’operazione su tutte le ciocche procedendo dalla parte  bassa della testa. Una volta finito, lasciate raffreddare i capelli e fissate le onde ottenute con la lacca.
  • Onde morbide e naturali: procedete nello stesso modo, ma dividete i capelli in ciocche più ampie e, per un effetto un po’ disordinato procedete trattando le ciocche senza un ordine preciso. Infine, per aumentare l’effetto beach waves, dopo aver fatto le onde con la vostra Remington S6280 potete fissarle con un prodotto per lo styling ad effetto bagnato.

Piastre per Fare i Ricci

Babyliss C1100E Curl Secret_2
Babyliss C1100E Curl Secret_2

Abbiamo deciso di inserire tra le varie tipologie di piastre anche nuovissimi modelli di arricciacapelli automatici che , con il minimo sforzo e senza rischi di scottature, permettono di ottenere ricci e onde perfette in pochi secondi. Pur non essendo delle vere e proprie piastre per capelli, il meccanismo di chiusura li fa assomigliare più ad una piastra che ad un ferro arricciacapelli.

Ma come funziona un arricciacapelli automatico? Il procedimento è molto semplice e promette risultati sorprendenti, ma dobbiamo avvertirvi che questo tipo di piastra è anche abbastanza pesante ed ingombrante. Le singole ciocche vengono “risucchiate” dalla macchina che le arriccia grazie alle piastre interne riscaldate, per poi rilasciarle senza tirare i capelli.

Le piastre per ricci automatiche sono ormai prodotte da diversi marchi e anche i prezzi variano molto, più care delle tradizionali piastre liscianti i prezzi partono da circa 40 euro per i marchi meno noti e vanno a salire con quelli più rinomati e professionali. La piastra è composta da un manico e da una sfera che si apre e al cui interno sono contenute le piastre riscaldanti.

Usarla è davvero semplice e sicuro, infatti l’arricciatore non solo non rovina i capelli, ma non li strappa nemmeno. Infatti, in caso i capelli dovessero incastrarsi all’interno della piastra entrerà in azione il sistema di sicurezza che avvertendo con un segnale sonoro farà rilasciare la ciocca senza danni. Per evitare questo tipo di problemi è comunque importante lavorare sempre su ciocche abbastanza piccole di circa 3 cm.

Babyliss C1100E Curl Secret_3
Babyliss C1100E Curl Secret_3

Dopo aver diviso i capelli in ciocche di circa 3 cm, posizionate l’arricciatole automatico chiudendolo sulla ciocca a qualche cm dalla radice, azionate il meccanismo per fare i ricci e tenete in posizione il tempo indicato dal produttore. Molte piastre automatiche offrono diverse impostazioni di tempo che permettono di ottenere ricci diversi: capelli mossi, ricci stretti o larghi. Per saperne di più e per imparare a fare ricci perfetti come dal parrucchiere con la vostra lastra arricciacapelli automatica vi consigliamo di consultare l’apposita guida “Come fare i capelli Ricci”.

Piastre per il Frisè

piastra frise
piastra frise

Ultima tipologia di piastra per capelli, e forse anche la meno diffusa ultimamente, è quella delle piastre per fare il frisè. Il frisè, molto in voga soprattutto negli anno ’90, è un particolare tipo di acconciatura costituita da onde piccole e molto fitte che donano molto volume ai capelli e che ricordano l’effetto ottenuto quando si slegano delle freccine molto piccole. Ultimamente non si usa molto, ma il frisè può essere utile per dare volume e movimento ai capelli se utilizzato solo su alcune ciocche.

Le piastre per ottenere l’effetto frisè funzionano esattamente nello stesso modo di quelle tradizionali, ma invece di essere costituite da piastre lisce sono dotate di una superficie riscaldante ondulata. Alcuni modelli inoltre, sia professionali che non, sono dotati di diversi tipi di piastre per frisè di larghezze diverse, le piastre sono intercambiabili e permettono di ottenere tanti tipi di acconciature diverse. Per saperne di più e per scoprire come utilizzare al meglio questo tipo di piastra date un’occhiata alla nostra guida su come fare il frisè.

 

  • Enea Steva

    Grazie per aver cancellato il mio post senza degnarvi di dare la benché minima risposta. Molto seri veramente.

    • Migliori On-Line

      Gentile Andrea,
      non abbiamo cancellato alcun commento, ma la sua domanda è stata scritta via mail e non è stata visualizzata in quanto finita nello spam. Abbiamo subito verificato non appena abbiamo ricevuto questo suo commento, ci scusiamo dunque per il disguido.
      In merito alla sua domanda sì, il Cuociriso Tefal Rk302e15 8 in 1 ha effettivamente una capienza grande per una famiglia di tre persone, di conseguenza dovrà regolarsi in proporzione con i dosaggi: considerato però che ama fare porzioni abbondanti, questa potrebbe essere una buona soluzione.
      Potremmo consigliarle in alternativa o il Tefal RK102811 Classic 2, il quale però manca della funzione risottiera, oppure l‘Imetec Cukò: questo prodotto fa parte del nostro portale tematico Robotincucina.it, ma è molto autonomo, programmabile e offre la possibilità di preparare ottimi risotti con dimensioni più consone al numero di persone della sua famiglia.
      Sperando di esserle stati d’aiuto, e scusandoci ancora per l’inconveniente relativo alla messaggistica, la salutiamo e le auguriamo buona serata

      • Enea Steva

        Grazie della risposta e delle informazioni. Avevo inviato la stessa richiesta sia via mail che, successivamente, sul forum, pensando che la mail fosse usata per altri tipi di contatti. Questa mattina il mio post sul forum non era più presente, e questo mi ha sconfortato non poco: vabbè non rispondere (non tutti i forum sono presidiati quotidianamente), ma addirittura cancellare i commenti.
        Comunque terrò presente i Vs. preziosi consigli.

        Cordiali Saluti.

        Andrea Stevanato

  • Lorenza

    Consiglierei Karmin 😀

  • Elizabeth J. Jones

    Il migliore che ho usato è Karmin